Tra costa e Alpi: la frontiera e la preistoria 

di Vittorio Fasulo 2ªC1 – 

Il giorno 8 settembre 2017 noi ragazzi e ragazze della seconda classe del liceo classico quadriennale internazionale siamo partiti all’avventura di uno stage che si è dimostrato faticoso ma allo stesso tempo meraviglioso, all’esplorazione di nuove zone. Il viaggio è stato lungo e dopo 11 ore siamo giunti in Liguria, una delle più belle regioni d’Italia. Che bella visione abbiamo avuto sulla costa ligure, dove verso sud il mare blu lambisce la costa, dominata da condomini immensi che sfiorano l’orizzonte e da montagne impetuose ricoperte di vegetazione verso il centro, il tutto alla ricerca di occhi che attratti da questo paesaggio restano incantati. La prima tappa dello stage è stato il nostro hotel, in quel di Arma di Taggia, nel quale abbiamo pernottato per 2 giorni. Da qui abbiamo raggiunto velocemente città come Ventimiglia, Menton e Nizza, dove abbiamo avuto la possibilità di goderci la visita di musei unici nel proprio stile, nei reperti archeologici e soprattutto nella bravura di archeologi che ci hanno guidato negli atelier che abbiamo svolto. La vera avventura di questo stage è cominciata però il pomeriggio del 10 settembre quando ci siamo diretti verso il rifugio “Neige et Merveilles” di Tende, dove la struttura si fonde con la natura. La fauna intona, insieme ai suoni del ruscello accanto, una melodia che incanterebbe chiunque. Il giorno successivo è stato il più difficile da affrontare poiché abbiamo messo alla prova le nostre forze per raggiungere Fontanalba, arrivando sui 2500 m del monte Bego. Qui il nostro fiato si è interrotto per qualche istante nell’ammirare la magnificenza del panorama tra montagne, pini, salici, riflessi dei laghi e rocce “ornate” di graffiti che ci hanno portato nel passato ad immaginare uomini che come noi, in quel preciso istante, erano lì a pregare il loro dio, la montagna. Ora siamo tornati più maturi e consapevoli di ciò che ci può essere nel mondo, più ricchi dentro e soprattutto con ricordi di divertimento, fatiche e paesaggi che forse solo in questi giorni abbiamo avuto il piacere di ammirare.