Natale in Kentucky

di Vittoria Di Cerbo della 3ªC1  exchanger negli USA –

In Kentucky le scuole sono chiuse da un pò’ e probabilmente lo resteranno per buona parte di Gennaio. Fa talmente tanto freddo che il ruscello che solitamente scorre dietro casa si è gelato e io e i miei host siblings siamo andati a pattinarci sopra passando sotto i ponti e sconfinando nel vicinato. Dall’inizio delle vacanze la temperatura non si mai alzata abbastanza da toccare lo zero, ma almeno, abbiamo avuto un “bianco Natale”, che a quanto pare, qui è la festa più attesa. I festeggiamenti sono iniziati il 23, quando siamo andati a casa della nonna per la cena Natalizia. Il giorno della Vigilia siamo andati in Chiesa e abbiamo aperto i primi regali e la mia host family me ne ha fatti tantissimi. La sera siamo andati ad un Christmas party e successivamente a casa dell’altra nonna per aprire altri regali e cercare quelli nascosti nell’albero che abbiamo decorato settimane prima. La sera poi abbiamo guardato “It’s a wonderful life” secondo tradizione e il mio host dad ha letto il tradizionale poema natalizio. Prima di andare a dormire la mia host sister ha promesso di svegliarmi alle quattro di mattina, nonostante le mie proteste, per vedere che cosa Santa Claus aveva messo nelle calze. Alla fine nessuno si è svegliato alle quattro di mattina, (fortunatamente) ma a quanto pare accade tutti gli anni e Santa Claus ha rispettato la mia unica richiesta e mi ha portato tanti marshmallows ricoperti di cioccolata che ho divorato subito.
Il Natale finora è stata la mia festività preferita, con tutte le cene, feste, regali, fuzzy socks e ugly Christmas sweaters di cui mi sono decisamente innamorata!