Longobardi, un popolo che cambia la storia

un pomeriggio di Archeologia al Telesi@: incontro con Paolo Giulerini e Federico Marazzi – 

Per l’IIS Telesi@ l’archeologia e il suo racconto costituiscono risorse strategiche per promuovere il senso di identità rispetto alla ricchezza del patrimonio culturale, per educare alla memoria e per formare ai principi della legalità e del “bene comune”. Il 13 marzo alle ore 16.30, presso la Biblioteca del Telesi@ al Viale Minieri di Telese Terme, nell’ambito delle diverse iniziative messe in atto negli ultimi anni, la “Scuola di Archeologia” dell’IIS Telesi@, un laboratorio di ricerca-azione coordinato dai docenti Carmine Collina e Italo Iasiello, organizza un incontro speciale con il Dott. Paolo Giulerini, Direttore del Museo Archeologico nazionale di Napoli, e il prof. Federico Marazzi, docente di Archeologia cristiana e medievale presso L’Unisob di Napoli, tra i curatori della Mostra “Longobardi, un popolo che cambia la storia”, ancora visitabile al Museo Archeologico nazionale di Napoli. In una modalità informale di apprendimento, l’Università e il Museo il 13 marzo si spostano a scuola per un pomeriggio.

La mostra costituisce un evento epocale che ha unito Nord e Sud Italia nella più importante esposizione mai realizzata sui Longobardi. Dal 1 settembre al Castello di Pavia, dal 15 dicembre al MANN di Napoli e ad aprile 2018 al Museo Statale Ermitage di San Pietroburgo, Pavia torna capitale del “Regnum Langobardorum” e Napoli si fa portavoce del ruolo fondamentale del Meridione nell’epopea degli “uomini dalla lunghe barbe” e nella mediazione culturale tra Mediterraneo e nord Europa.

Una collaborazione internazionale a tre – Musei Civici di Pavia, Museo Archeologico Nazionale di Napoli e Museo Statale Ermitage – è alla base della realizzazione di una mostra di alto pregio per gli studi scientifici svolti, per l’analisi del contesto storico italiano, mediterraneo ed europeo, per gli eccezionali materiali esposti, quasi totalmente inediti.

L’incontro del 13 marzo al Telesi@ consentirà di toccare con gli studenti tematiche cruciali per il mondo dell’archeologia: la comunicazione al pubblico del valore dei beni archeologici e le modalità di esposizione da una parte, grazie soprattutto alla straordinaria partecipazione del Dott. Giulerini, e dall’altra la ripresa del mondo dei Longobardi in uno dei momenti più cruciali per la storia europea e per la nostra identità modernità, grazie alla lezione del prof. Marazzi.

Sarà possibile approfondire con il pubblico e gli studenti lo straordinario percorso che ha portato all’ideazione e all’allestimento della mostra, che rappresenta il punto di arrivo di oltre 15 anni di nuove indagini archeologiche, epigrafiche e storico-politiche su siti e necropoli altomedievali, frutto del rinnovato interesse per un periodo cruciale della storia Italiana ed europea.

Vi aspettiamo, per qualche ora, alla riscoperta delle nostre radici storiche.