Libertà è Dissenso

di Anna Grasso 5ªC1 –
Il 29 maggio, la classe 5ªC1 ha organizzato una conferenza su un tema sociale, storico e politico dal titolo: Libertà è Dissenso. Si è deciso di affrontare questa questione attraverso l’esempio di alcuni personaggi del Secondo Novecento: Ernesto Che Guevara, Aun San Suu Kyi, Giovanni Paolo II e Nelson Mandela. Perché proprio loro? Perché hanno saputo nelle loro vite compiere scelte forti, usare parole potenti, credendo e agendo per il cambiamento. Anche a costo della loro vita, sono riusciti a combattere regimi militari, sono stati capaci di opporsi, di resistere, di dire “no”. Questo loro dissenso continuo, maturo, guidato da valori alti e nobili, è servito per favorire processi di pace, uguaglianza e libertà nei loro Paesi e anche in altre parti del mondo. La scelta dell’ argomento e di una conferenza pubblica è partita non solo da uno studio approfondito della Costituzione italiana, ma anche dalla voglia di diffondere un sentimento civico mettendosi in gioco come giovani cittadini. Gli studenti hanno iniziato questo progetto dividendosi in quattro gruppi e raccogliendo il materiale attraverso film, libri, articoli e foto. Successivamente c’ è stato un confronto in classe, durante il quale ognuno di loro ha espresso il proprio giudizio riguardo l’argomento trattato. Questa condivisione è stata utile per comprendere come queste “vite” potessero essere lette in modo trasversale non solo da un punto di vista storico ma soprattutto di “ vissuto umano”. Tutti loro hanno avuto un grandissimo coraggio e hanno insegnato a vivere senza aver paura ma seguendo quella voce della coscienza che chiede di essere segno di distinzione nel proprio tempo e nel proprio Paese.