La verità sul sexting

Una variazione sul tema della violenza sulle donne e sul cyberbullismo –

Web journalist 5ªL2 – 

Il sexting è un nuovo uso del mezzo informatico/social che consiste nello scambio di immagini e video a evidente contenuto intimo; nasce come un gioco di complicità di coppia, ma molto presto è diventato un comportamento virale tra gli adolescenti che, inconsapevoli o incuranti delle implicazioni, scambiano foto molto esplicite con amici e fidanzatini. Ma subito il gioco si trasforma in una trappola, perché il destinatario, per vantarsi, per incoscienza, per vendetta,  tende a condividere le foto con altri e ben presto la propria intimità diventa oggetto di scherno, di isolamento sociale e di diverse forme di violenza e ricatto. Molto spesso sono le ragazzine a cadere in questa trappola, confondendo i piani del sentimento, della sessualità e della fiducia; è molto facile a credere in un grande amore e decidere di concedere “di più”. Ma si fa presto anche a lasciarsi e quindi a trovarsi con il proprio corpo in giro per il web e senza alcun controllo sulle proprie immagini. I ragazzi, infatti, non si rendono conto che al di là dello schermo c’è un mondo reale e, a volte, spietato, in cui è praticamente impossibile essere “perdonati”per una leggerezza commessa ed il web è un intrico da cui è impossibile uscire. È fondamentale prendere delle precauzioni nell’uso del web e informarsi. Una volta, però, finiti in un ricatto o in una gogna mediatica, si deve subito denunciare alla Polizia Postale e farsi consigliare dagli esperti. In ogni caso è assolutamente necessario confidarsi subito con un adulto ( genitori, insegnanti); un genitore sarà sempre e comunque pronto ad aiutare un adolescente in difficoltà. Poi ci sarà il tempo di discutere e capire che cosa sia giusto fare all’interno del gruppo familiare e amicale.

In questi giorni dedicati alla sensibilizzazione al problema della violenza sulle donne, la nostra classe, già attenta a questa tematica, ha scelto di approfondire questo tema dopo averne considerato la terribile diffusione.

Di seguito qualche link utile:

https://www.youtube.com/watch?v=JFKU6lvcoPU

https://www.generazioniconnesse.it/site/it/home-page/

https://www.youtube.com/watch?v=NA0bBiWE-OE