La diplomazia, ponte tra le idee e maestra di vita

Conferenza Stampa United Network Napoli

da Napoli, Laura Acanfora 4ªS1 – 

Il 17 gennaio si è tenuta, presso il Palazzo San Giacomo, che gode della vicinanza del bellissimo castello medievale, il Maschio Angioino, la conferenza stampa per presentare e celebrare la settima edizione del progetto IMUN UNITED NETWORK a Napoli.

Garante e brillante sostenitrice del progetto e della conferenza è stata la professoressa e scrittrice Angela Procaccini che, con impegno, da tempo promuove e sostiene la diffusione dell’arte della diplomazia tra i giovani. Di giovani, infatti, si è parlato molto: la stessa Procaccini ha ribadito l’importanza per i giovani di conoscere il mondo che li circonda anche attraverso le attività di  organizzazioni internazionali quali l’ONU che hanno a fondamento valori supremi quali la pace, il rispetto, lo sviluppo sostenibile delle Nazioni. Anche l’intervento del vicesindaco di Napoli, dott. Enrico Panini, si è ampiamente ricollegato a ciò sottolineando, in particolare, come la mediazione, valore fondamentale della diplomazia, sia capace di trovare un punto d’incontro tra le opinioni più disparate; suggestiva la sua citazione dal “Fedro” di Platone “l’essenza delle parole è la lentezza”, intendendo che solo il bellissimo mezzo della parola fisica tra diplomatici, pur con i suoi lunghi tempi, risolve e concorda. Il Console Generale dell’Ucraina, Viktor Hamotskyi, con parole coinvolgenti, indice di profonda saggezza, ha voluto lanciare un toccante messaggio ai giovani: “Nella vita tutto è nelle vostre mani. Abbiate dei sogni e, come diceva Papa Wojtyla, “non abbiate paura””. Ha continuato, poi, elogiando il nostro Paese, ricordandoci di amarlo ed esserne orgogliosi anche e non solo per le sue posizioni diplomatiche. La parola è passata, poi, alla referente United Nations in Europa per i progetti riguardanti scuole secondarie di primo e secondo grado, la dott.ssa Simonetta Serena Lamberti, che ha illustrato il modello “learning by doing” alla base di tutti i progetti IMUN: una didattica immersiva incentrata sul fare e sul cimentarsi in ricerche e produzione di lavori finiti di alto livello, che elimina il voto classico e la lezione frontale.

Dopo la proiezione di un video illustrativo di tutti gli eventi più importanti del 2018, numerosi sono stati gli interventi delle Autorità presenti, tra cui il Presidente IATA Giovani, che ci ha invitato a “fare” e “studiare”, soprattutto per cercare di comprendere la politica e cambiarla, senza avere sfiducia; il Console della Bulgaria, Gennaro Famiglietti, concludendo la conferenza, si è rivolto a noi ragazzi, rivolgendo il pensiero anche a sua figlia tredicenne, esortandoci a cercare la bellezza, non quella effimera delle cose, ma quella vera e pura e ad avere due missioni: studiare ed essere una speranza per la nostra terra. E’ seguito un intervento degli studenti, invitati dalla scrittrice Angela Procaccini, ad esprimere le proprie opinioni sull’esperienza IMUN.

Ancora una volta, l’IIS Telesi@ ha ricevuto ripetutamente  i complimenti delle Autorità presenti nonché dagli organizzatori dell’evento, per la attiva partecipazione della nostra delegazione di 10 studenti che, accompagnata dalla Prof.ssa Giardino, non si è fatta spaventare dalla distanza, ma anzi, l’ha affrontata in perfetto formal dress.

fotogallery >>