Tra arte, fede e cultura: Musei Vaticani e Cappella Sistina

a cura degli studenti della classe 4aS2 – 

Il 16 gennaio, le classi 3ªS2 e 4ªS2 del Telesi@ sono state impegnate in una lezione sul campo a Roma attraverso due dei luoghi simbolo dell’Arte e della Storia: i Musei Vaticani e la Cappella Sistina, oltre alla Basilica di San Pietro.
È stato un viaggio interessante, ricco di esperienze formative e culturali, che ha offerto agli studenti la possibilità di visitare luoghi ed opere d’arte che hanno segnato la nostra storia.
La prima tappa è stata, appunto, la visita ai Musei Vaticani e alla Cappella Sistina.
I Musei Vaticani rappresentano una delle ricchezze artistiche più importanti al mondo, sia per la bellezza del contesto e degli edifici in cui si trovano, sia per lo splendore delle collezioni che ospitano.
All’interno dei Musei Vaticani si trovano la Pinacoteca Vaticana, che conserva importanti opere di grandi artisti italiani come Tiziano, Raffaello, Bernini e Leonardo. Poco distante inizia il tour che dal Museo Gregoriano Egizio prosegue con il Museo Gregoriano Etrusco, il Museo Pio-Clementino, che contiene importantissime opere di scultura e di pittura come il celebre Laocoonte e il vicino Cortile della Pigna, su cui si trova anche il Museo Chiaramonti.
Proseguendo oltre il Cortile del Belvedere, si giunge alle magnifiche Stanze di Raffaello, così chiamate perché furono impreziosite dall’opera del grande artista, in cui si possono visitare la Sala di Costantino, la Loggia di Raffaello e la Stanza della Segnatura. Poco distante si trova un’altra meraviglia dei Musei vaticani, l’Appartamento Borgia.
Sicuramente, però, la maggiore attrazione dei Musei Vaticani è rappresentata dalla Cappella Sistina, in cui si possono ammirare alcuni degli affreschi più celebrati della storia, tra cui spicca il Giudizio Universale, l’opera somma del grande Michelangelo, che fu chiamato da Papa Clemente VII a compiere questo capolavoro.
È proprio qui, nella Cappella Sistina, che il connubio arte e fede diventa forte, un connubio che caratterizza da sempre l’arte italiana, ma soprattutto contraddistingue e rende unica Roma.
Entrare nella Cappella Sistina, pertanto, è stata un’emozione unica.
Per i credenti, tutto ciò ha significato “assaporare” in prima persona l’aria del luogo sede del Conclave, dunque dove si elegge il nuovo Pontefice.
Dopo aver osservato a lungo lo splendore della Volta e delle pareti laterali (affrescate con le Storie del Cristo e le Storie di Mosé), ci siamo recati all’interno della Basilica di San Pietro,cuore della cristianità, dove abbiamo potuto ammirare tantissime opere di straordinaria importanza, come la “Pietà” di Michelangelo, il “Baldacchino di San Pietro” e la “Cattedra di San Pietro” , entrambi di Gian Lorenzo Bernini.
Al termine, abbiamo visitato le Sacre Grotte Vaticane (Tombe dei Papi), prima di raggiungere Piazza San Pietro per essere “abbracciati” dalle due braccia del colonnato anch’esso del Bernini.
È stato un viaggio molto interessante sia dal punto di vista artistico-culturale che religioso, perché ci ha permesso di arricchire il nostro bagaglio culturale “toccando” dal vivo molti aspetti che, di solito, analizziamo solo attraverso i libri o i mezzi di comunicazione sociale.