Salviamo le parole – Lezione del Prof. Emerito di Giulio Ferroni

Benevento 10/12/2019

a cura della 5ªS1 – 

Ancora una volta gli studenti dell’IIS Teles@a ritornano ospiti in qualità di soci della Dante Alighieri presso l’auditorium del Cinema San Marco. Presenti la Presidente Elsa Maria Catapano, Maria Cristina Ruggiero, consigliere del Comitato in qualità di moderatore e la classe 5ªS1 con la docente Raffaella Mongillo. Ospite il prof. Emerito Giulio Ferroni che apre la sua lectio sul tema: Salvare le parole: la lingua della Letteratura. Il prof. Ferroni illustre conoscitore e indagatore del mondo letterario italiano e straniero, riflette sull’uso della parola, sulla sua permutabilità infinita vittima costante dei media che hanno  sospeso in una sorta di limbo la sua efficacia. Forse oggi – continua l’illustre letterato – manca una educazione alla parola, dovunque parole sconosciute nel lessico quotidiano sempre più impoverito; parole ingessate in un vocabolario personale scarno e disadorno. A quanti hanno chiesto come ritrovare una ricchezza lessicale, il professore Ferroni ha evidenziato l’alto valore della retorica e della didattica della narrazione. Fare esercizio attivo della lingua perché la parola è emozione, ha forza. Essa non solo è comunicazione ma anche integrazione. È la diàlektos, ossia il parlare che mette in contatto l’uomo con l’universo tutto, perché tutti i linguaggi sono vicini al divino. E come dice il sommo poeta attraverso la bocca di Adamo:

opera naturale è ch’uom favella

ma così o così, natura lascia

poi fare a voi secondo che v’abbella

Paradiso XXVI, vv. 124-138